Return to Libero Ateneo del Taro

Il progetto

Tutto è incominciato quando ad Aprile del 2005 il Signor Bruno Toscani, di Noceto, si è messo in contatto con l’associazione de “IL Cercalibro” per proporre la sua esperienza e la sua proposta.
Lui, classe ’34, aveva fatto il muratore per una vita e, una volta in pensione, era andato “giù, ma molto”, di morale. A superare questo brutto momento lo aveva aiutato il frequentare l’Università della terza età di Fidenza, una consolidata iniziativa avviata da 17 anni, con tanti corsi, tanta gente. Il suo sogno era promuovere sul proprio territorio, “in quel di Noceto”, una iniziativa analoga; così si era mosso riuscendo ad ottenere la disponibilità dell’Amministrazione Comunale e di varie persone come docenti volontari. Venuto a mancare l’impegno dell’Amministrazione di Noceto, e avendo saputo che a Medesano, in questi anni, le iniziative per gli adulti stavano sviluppandosi con successo, è approdato alla Biblioteca “S. Pertini” e all’ Associazione IL CERCALIBRO in cerca di miglior fortuna.

Dai soci dell’Associazione, l’idea di una università popolare è stata vista subito come un naturale sviluppo del corso di storia della filosofia che, nei due anni di insperato successo, aveva dimostrato come fosse sentita la domanda di cultura e di aggregazione negli adulti.

Da un successivo sondaggio con i rappresentanti dei comitati degli anziani di Medesano e Felegara, dell’AVIS, dell’ANPI, della locale Pro loco e della Croce Rossa, le positive ed incoraggianti valutazioni ci hanno fatto andare avanti con più energia per raccogliere ulteriori informazioni, idee e consensi fino a formulare il progetto di istituzione di una Università per adulti che è stata chiamata “Libero Ateneo del Taro”.

Partito ufficialmente nel 2006 col pieno appoggio dell’assessore alla cultura Massimo Zanichelli e del sindaco Roberto Bianchi del Comune di Medesano, ha visto negli anni l’adesione delle Amministrazioni comunali di Noceto, Fornovo, Collecchio e Varano dei Melegari.

Come è strutturato il Libero Ateneo del Taro

Dall’estate del 2010 molti partecipanti dei corsi si sono inseriti nel gruppo organizzatore, dando vita a un Comitato con vari ruoli al proprio interno, dai rapporti rappresentativo-istituzionale a quello organizzativo della didattica e della logistica.

I conduttori dei corsi sono altri volontari che vogliono condividere gratuitamente le proprie conoscenze ed abilità con altre persone.

Ai corsi possono partecipare tutte le persone maggiorenni, dai 18 ai 120 anni, che saranno interessate ai vari argomenti che saranno programmati, con costi popolari e dislocazione sulle varie aree disponibili sul territorio (biblioteca, scuole, sedi del volontariato).

Dalla scuola e dalla vita abbiamo imparato cose che ci piacerebbe, con l’esperienza di adulti, riprendere e approfondire… altre cose, invece, non abbiamo mai avuto la possibilità di conoscerle pur desiderandolo.
Per questo ( e tanto altro) ABBIAMO AVUTO UN SOGNO:
diventare e far diventare ognuno protagonista della propria formazione culturale durante tutto l’arco della vita; creare un luogo di cultura, di socializzazione, di stimolo delle capacità di ciascuno.

E questo lo stiamo realizzando insieme.